Siria, morti silenziose

Cure per 150 malati a Homs

Dopo 10 anni di guerra la popolazione continua a soffrire e a morire per l’aggravarsi della situazione sanitaria. Metà degli ospedali e dei centri di prima assistenza sono infatti distrutti o inagibili. Si stima inoltre che circa il 70% del personale sanitario sia emigrato e ci sia un solo medico ogni 10.000 abitanti. Il sistema sanitario non è in grado di far fronte alla domanda di cure mediche, tanto che l’aspettativa di vita si è ridotta di 15 anni 
per gli uomini e di 10 per le donne.

La Chiesa sta assistendo anche dal punto di vista sanitario i cristiani più poveri, in particolare i malati cronici e gli anziani che non riescono ad accedere alle cure mediche e a disporre di farmaci, diventati sempre più cari. Per salvare più vite possibile la diocesi di Homs chiede il Vostro aiuto per garantire medicine e accertamenti clinici a 150 malati cronici.