Il viaggio di ACS in Ucraina

/sites/default/files/2022-05/olga.jpg

 

Cari Benefattori, cari Amici di ACS, 

dal 3 all'8 maggio 2022 mi sono recato in visita in Ucraina per essere accanto alle comunità oppresse dal conflitto e per ascoltare, dalla viva voce dei diretti interessati, quali siano le urgenze a cui è necessario fare fronte. Sono stato accompagnato da Don Oleksandr Khalayim, direttore spirituale del Seminario Maggiore di Gorodok e in questi mesi cappellano militare, e da due giornalisti, Manuela Tulli e Daniele Rocchi, rispettivamente dell’ANSA e dell’Agenzia SIR. 

Abbiamo incontrato l’Arcivescovo latino di Leopoli, Mons. Mieczyslaw Mokrzycki, e tramite questi link potrete leggere e ascoltare la testimonianza del Pastore di questa Chiesa che soffre:

Mons. Mokrzycki ha espresso anche la propria gratitudine nei confronti di tutti i Benefattori di ACS, sia per le preghiere sia per gli aiuti materiali ricevuti. Potrete ascoltare la sua dichiarazione tramite questo breve video.

Cliccando qui potrete leggere l’intervista resa all’ANSA dal Cardinale Stanisław Dziwisz, Arcivescovo emerito di Cracovia e già Segretario di San Giovanni Paolo II. 

In questa intervista descrivo gli aiuti inviati da Aiuto alla Chiesa che Soffre ai fratelli ucraini.    

Questi invece sono due brevi reportage della visita: Ucraina: le luci spente di Leopoli e Leopoli, la fabbrica si converte in centro aiuti. Vi posso tuttavia assicurare che essere stato in terra ucraina, aver letto negli occhi di tanti anziani, bambini e madri di famiglia la paura e l’incertezza causate dal conflitto, ha rappresentato un’esperienza decisamente più scioccante di qualsiasi reportage. 

Nel corso della visita ho visto, tra l'altro, una scuola distrutta. Don Vitalyi Uminskyi, direttore di Caritas Spes Kiev-Zhytomyr, mi ha spiegato che la struttura devastata era diventata la tomba di cinque bambini. Certe notizie, purtroppo, non necessitano di alcun commento, ci chiedono solo preghiera e silenzio. Maggiori dettagli sono descritti in questo articolo.

Abbiamo incontrato anche il Nunzio apostolico a Kiev, Mons. Visvaldas Kulbokas, il quale ci ha comunicato che si sta preparando il viaggio nella stessa Kiev di Mons. Paul Gallagher, Segretario per i Rapporti con gli Stati. Sarebbe la prima visita della Segreteria di Stato vaticana in Ucraina dall’inizio del conflitto. Un altro articolo su questo tema è consultabile cliccando qui.  

In questo breve video potrete ascoltare il colloquio che ho avuto con Padre Ruslan Mykhalkiv, Rettore del seminario di Vorzel, la cui struttura è stata purtroppo devastata. Sono lieto di comunicarVi che ACS sosterrà tutte le spese necessarie per la ristrutturazione. Un ulteriore contributo riguarda un progetto presentato dalla Diocesi di Kamianets-Podilskyi in merito a un nuovo seminario. Dopo lo scoppio del conflitto la Chiesa locale ha deciso di affiancare un ospedale ai locali destinati ai futuri sacerdoti. La struttura sanitaria avrà lo scopo di curare i feriti e i traumatizzati a causa degli scontri armati. Potrete leggerne in questo lancio d’agenzia e, più ampiamente, in questo reportage.  

Mons. Vitalii Kryvytskyi, Arcivescovo latino della Diocesi di Kiev-Zhytomyr, ci ha riferito che in questo periodo di guerra i sacerdoti sono rimasti a fianco delle loro comunità, e ciò è stato apprezzato non solo dai fedeli cristiani ma anche da quelli di altre fedi e denominazioni religiose. Potrete leggere queste e altre dichiarazioni cliccando qui.  

Vi invito infine a leggere il reportage intitolato Ucraina: “Slava Ukraini”, il viaggio da Kiev a Borodyanka.   

Grazie di cuore per la pazienza con la quale mi avete seguito in questa breve ma intensa visita nella martoriata Ucraina. 

Fraterni saluti 

 

Alessandro Monteduro 
Direttore di ACS Italia

p.s.: per maggiori informazioni e per donare si può visitare la pagina dedicata alle news e agli aiuti