Venezia si è illuminata di rosso e l’acqua del Canal Grande si è trasformato nel sangue dei Cristiani perseguitati. Il 20 novembre scorso, Aiuto alla Chiesa che Soffre, in collaborazione con il Patriarcato e con il Patrocinio del Comune di Venezia, ha organizzato un nuovo grande evento per i Cristiani perseguitati.
Come accaduto già con il Colosseo e la Fontana di Trevi a Roma, la Basilica del Sacro Cuore a Parigi e Westminster a Londra, luci rosse hanno illuminato la Basilica della Madonna della Salute, il Canal Grande, il Ponte di Rialto e tanti altri luoghi simbolo della città lagunare, per simboleggiare il sangue versato da tanti Cristiani.
L’illuminazione è avvenuta al termine dell’annuale pellegrinaggio giovanile al quale hanno partecipato 3.500 ragazzi e tante famiglie. «Questa sera, in cui Venezia si tinge del rosso del sangue di tanti perseguitati – ha affermato il Patriarca, monsignor Francesco Moraglia – voi giovani contribuite a squarciare il velo pesante che l’indifferenza depone nelle coscienze!».
Un evento definito «provvida iniziativa» dal Santo Padre in un messaggio a firma del cardinal Parolin inviato per l’occasione, in cui si auspicava che la serata veneziana suscitasse «una doverosa attenzione da parte di tutti al grave problema delle discriminazioni che i Cristiani subiscono in tante nazioni nel mondo […] Papa Francesco incoraggia a pregare affinché
questi nostri fratelli e sorelle vessati per le loro convinzioni religiose possano resistere forti nella prova, sentendo accanto a loro la presenza orante e consolante dell’intera comunità cattolica così da diventare seme di nuova vitalità e di speranza per la Chiesa».
Fra le nazioni in cui i Cristiani subiscono discriminazioni citiamo l’Egitto, patria di monsignor Botros Fahim Hanna, vescovo di Minya, che davanti alla Basilica della Madonna della Salute ha ricordato le due recenti stragi che hanno visto vittima la sua diocesi, la prima il 26 maggio 2017, la seconda appena lo scorso 2 novembre.

ponte-rialto-rosso

LUOGHI ILLUMINATI

Basilica S. Maria della Salute e tratto antistante del Canal Grande

Ponte Rialto

Scala Contarini del Bovolo (edificio tardo gotico di Venezia, ubicato nel sestiere di San Marco, in prossimità di campo Manin, e affacciato sul rio di San Luca).

Palazzo Ca’ Rezzonico (sede del Museo del Settecento Veneziano, ubicato nel sestiere di Dorsoduro e affacciato sul Canal Grande tra Palazzo Contarini Michiel e Palazzo Bernardo Nani)

Palazzo Ca’ Pesaro (ubicato nel sestiere di Santa Croce, sede della Galleria internazionale d’arte moderna e del Museo d’arte orientale di Venezia)

Palazzo Ca’ Farsetti (situato nel sestiere di San Marco e affacciato sul Canal Grande, poco distante dal Ponte di Rialto. È sede, assieme all’attigua Ca’ Loredan, del municipio di Venezia)

Palazzo Ca’ Loredan (situato nel sestiere di San Marco e affacciato sul Canal Grande, poco distante dal Ponte di Rialto. È sede, assieme a Ca’ Farsetti del municipio di Venezia)

Torre Civica di Mestre

Municipio di Mestre

Biblioteca civica di Mestre (biblioteca appartenente al comune di Venezia situata nel centro di Mestre)

.