ACS sul caso Huma Younus: perché non è libera di presentarsi di fronte ai giudici?

Anche in Pakistan il coronavirus aveva causato l’interruzione delle udienze giudiziarie, ma oggi ACS può fornire un primo aggiornamento sul caso Huma Younus, 14enne cattolica sequestrata dal musulmano Abdul Jabbar e costretta al matrimonio. Nel corso di una udienza funzionari incaricati delle indagini avrebbero dimostrato che Huma ha 15 anni e quindi è minorenne, anche se il padre ribadisce che ha 14 anni. Mentre il sequestratore Jabbar, accusato in base al Child marriage restrain Act del Sindh, dovrebbe ottenere la libertà su cauzione, Huma non è mai stata condotta davanti ai magistrati.
 
Come sta? Perché non è libera di presentarsi di fronte ai giudici? Sono domande ancora drammaticamente prive di risposte.
 
ACS continuerà ad essere al fianco dei familiari e del loro avvocato, sostenendo le spese legali, richiamando l’attenzione della pubblica opinione e pregando per questa sorella la cui adolescenza è stata barbaramente violata, al pari delle centinaia e centinaia di ragazze cristiane e hindu che ogni anno subiscono la medesima sorte!
 
Roma, 25 maggio 2020
Questo elemento è stato inserito in . Aggiungilo ai segnalibri.
NON seguire questo link o sarai bannato dal sito!