IL 20 NOVEMBRE UN GRANDE NUOVO EVENTO ACS VENEZIA IN ROSSO PER LA LIBERTÀ RELIGIOSA, PENSANDO AD ASIA BIBI

Venerdì 9 novembre alle ore 11 presso la sede di Aiuto alla Chiesa che Soffre (Piazza San Calisto 16, a destra IV piano) si terrà la conferenza stampa di presentazione di un nuovo importante evento che la Fondazione pontificia e il Patriarcato di Venezia organizzeranno il prossimo 20 novembre. In quell’occasione saranno illuminati di rosso numerosi luoghi simbolo di Venezia per ricordare i milioni di cristiani oggi perseguitati ed in particolar modo Asia Bibi.

Per presentare questa significativa iniziativa, ACS ha coinvolto diversi testimoni di Chiese oppresse e perseguitate, che sottolineeranno l’urgenza di accendere i riflettori sulle violazioni della libertà religiosa che accadono in tutto il mondo. Assieme al direttore di ACS-Italia, Alessandro Monteduro, alla conferenza stampa del 9 novembre interverranno Don Joseph Fidelis (Nigeria), Padre Antoine Safwat Tawfik Alan (Egitto), Don Robert Digal (India), Don David John (Pakistan), Suor Caterina Thi Kim Sa Tran (Vietnam).

Interverranno in collegamento telefonico, anche il Patriarca di Venezia, Monsignor Francesco Moraglia, e l’assessore alla Coesione Sociale del Comune di Venezia, Simone Venturini.

L’illuminazione di rosso di numerosi luoghi simbolo di Venezia avverrà nell’ambito del tradizionale pellegrinaggio diocesano dei giovani alla Basilica della Madonna della Salute, guidato come ogni anno dal Patriarca, monsignor Francesco Moraglia. Il pellegrinaggio quest’anno avrà come temi centrali il diritto alla libertà religiosa e la sensibilizzazione verso le comunità cristiane perseguitate per la loro fede.

 

NB: I giornalisti e gli operatori media che intendono partecipare devono inviare richiesta alla Sala Stampa della Santa Sede attraverso il sistema di accreditamento online, all’indirizzo: press.vatican.va/accreditamenti.

Tutte le richieste dovranno pervenire entro 24 ore dall’evento.

Questo elemento è stato inserito in . Aggiungilo ai segnalibri.