ACS PRESENTA A VERONA IL NUOVO RAPPORTO SULLA PERSECUZIONE ANTICRISTIANA


17/11/2017


Venerdì 17 novembre alle ore 11 nella Sala Pasetto di Palazzo Barbieri, sede del Comune di Verona, verrà presentato il rapporto di Aiuto alla Chiesa che Soffre sulla persecuzione anticristiana dal titolo Perseguitati e dimenticati. Rapporto sui Cristiani oppressi in ragione della loro fede tra il 2015 e il 2017.

Alla presentazione interverranno: Alessandro Monteduro, direttore di Aiuto alla Chiesa che Soffre, Don Karam Najeeb Yousif Shamasha, sacerdote iracheno, Cristina Cappellini, assessore alle Culture, Identità e Autonomie della Giunta regionale della Lombardia, e Lorenzo Fontana, europarlamentare e vice sindaco del Comune di Verona.

Lo studio prende in esame tredici Paesi in cui le negazioni alla libertà di fede dei cristiani sono più efferate e sottolinea come la situazione dei cristiani sia peggiorata dal 2015 a causa di violenze e oppressione. Il dato è particolarmente significativo considerato il peggioramento già registrato nella precedente edizione del rapporto.

Dall’indagine, basata sulle ricerche sul campo effettuate da ACS nelle aree maggiormente interessate dalla persecuzione, emerge come anche tra il 2015 e il 2017 i cristiani siano stati vittime del fondamentalismo, del nazionalismo religioso, di regimi totalitari e non ultimo di violenze direttamente o indirettamente finanziate dall’Occidente, nonché dell’incapacità dei governi occidentali di porre un freno al genocidio in atto in Medio Oriente e non solo.

«Tra il 2015 e il 2017, i cristiani hanno subito crimini contro l’umanità: alcuni sono stati impiccati o crocifissi, altri violentati, alcuni rapiti e mai più ritrovati», si legge nel rapporto che si serve delle ricerche effettuate sul campo da ACS nelle aree maggiormente interessate dalla persecuzione.

 

La presentazione avrà luogo presso la Sala Pasetto di Palazzo Barbieri in Piazza Bra, 1, Verona.

Questo elemento è stato inserito in . Aggiungilo ai segnalibri.